mercoledì 29 ottobre 2008

Chievo-Lazio 1-2...grazie Mantovani


Torna al successo la squadra di Delio Rossi con una fortunosa ma meritata vittoria in casa del Chievo. Dopo il provvisorio vantaggio di Pellissier la squadra capitolina naviga meglio nella piscina del Bentegodi, spingendo costantemente e trovando il match point con un cross di Radu spinto in rete da un disastroso Mantovani.

In campo – Beppe Iachini ridisegna i veronesi dopo la brutta sconfitta di Cagliari, inserendo Bogdani in attacco per dare peso ad un reparto che fatica a trovare la porta. Indisponibile Italiano, regia affidata a Marcolini. Delio Rossi, costretto a stravolgere i propri piani in seguito alle squalifiche inattese di Foggia e Mauri, fermati per aver usato toni polemici con l’arbitro Banti. A sorpresa recupera Rocchi, ma si accomoda in panchina, niente tridente con Zarate e Pandev ma un più solido 4-4-2.

Si gioca – Il terreno del Bentegodi è ricoperto d’acqua, situazione che di certo non esalta le qualità tecniche dei giocatori. Pellissier ha una voglia matta di sbloccarsi e prende le misure di testa su cross di Malagò, palla a lato di poco. Passano 4 minuti e lo stesso attaccante riceve da Bentivoglio, controlla ed esplode un sinistro letale che si insacca nell’angolo più lontano, 1-0. Non ci sta la Lazio, al 14’ Zarate manda al bar mezza difesa gialloblu e centra per Pandev che di sinistro non può sbagliare, 1-1 quasi immediato. La premiata coppia offensiva biancoceleste mette incrisi il sistema difensivo dei locali, frequenti gli scambi tra i due che portano Sorrentino ad un intervento dubbio in disperato anticipo sul macedone. Poco spettacolo, tanti errori in appoggio con la regia di Ledesma più appannata dei parabrezza nella piovosa serata veronese. Al 30’ ci prova Kolarov, sinistro che sibila vicinissimo al palo difeso da Sorrentino. Il Chievo non forza i ritmi, solo Bentivoglio impensierisce Carrizo con due rasoterra dalla distanza. Nella ripresa dentro Rocchi dal primo minuto e lo stesso attaccante veneziano al 10’ spreca una ghiotta occasione in contropiede mettendo a alto con un cucchiaio quanto bello tanto infruttuoso. Molto attivo Radu, complice un imbarazzante Luciano dalle sue parti. Al 19’ corner perfetto di Zarate per Rocchi, che nell’area piccola incorna incredibilmente a lato. Chievo assente ingiustificato, fioccano i gialli e Iachini è costretto a sostituire Bogdani, a serio rischio espulsione, perdendo inesorabilmente peso davanti. Al 37’ l’episodio che decide l’incontro; Radu sgroppa sulla fascia e crossa per Makinwa che liscia il pallone, Mantovani in scivolata cerca di anticipare un avversario che non c’è e batte Sorrentino facendo sprofondare sempre più giù il Chievo e Beppe Iachini.

La chiave - Non può che essere la goffa autorete del giovane difensore dell'Under 21, che "regala" i 3 punti ai biancocelesti, al termine di un incontro fondamentalmente equilibrato, anche se nella ripresa, con l'ingresso in campo di Rocchi, la Lazio aveva fatto qualcosa in più rispetto ai veronesi.

La chicca – Zarate parte da sinistra e disorienta Malagò con un paio di finte di corpo, entra in area e evita Mandelli, testa alta e assist vincente per Pandev. Impressionante la facilità con cui l’argentino dribbla gli avversari, a volte solo spostandosi il pallone e accelerando nei primi metri. Tutto ciò nonostante un terreno insidiossimo…

Top&Flop – Bene la coppia Zarate – Pandev, sempre utile e roccioso Lichtsteiner anche nella veste inedita di centrocampista. Ottimo il secondo tempo del terzino rumero Stefan Radu, vittima di qualche critica durante la settimana. Irriconoscibile Ledesma, serve sì un paio di assist nella ripresa ma il suo primo tempo è imbarazzante. Nei padroni di casa superlativa prestazione di Yepes, Pellissier si sblocca ma pasticcia troppo. Incommentabili le prestazioni di Mantovani, Luciano e Patrascu.

-Massimo Culello-

3 commenti:

yashal ha detto...

Non sn d'accordo con il "grazie a Mantovani" xkè la Lazio (soprattutto nel secondo tempo) ha giocato bene ed ha meritato il vantaggio..se non avesse segnato in maniera fortuita lui avremmo segnato noi...ciao

Matrix ha detto...

La cosa importante era portare a casa i 3 punti e l'abbiamo fatto...ora avbanti con Catania!

Juan y Fer ha detto...

Hello,
il duo Pandev- Zarate is incredible.
Saluti,
http://saqueneutral.blogspot.com/
(a blog about sport in English and Español)