domenica 4 maggio 2008

Lazio beffata da Amauri


Trentaseiesima giornata del campionato di Serie A, allo Stadio Olimpico di Roma si sfidano la Lazio del discusso tecnico Delio Rossi e il Palermo di Stefano Colantuono. Settimana calda per l’ambiente romano dopo la disastrosa trasferta di Torino, Claudio Lotito non le ha mandate a dire a tecnico e giocatori che hanno risposto a tono alle accuse del presidente biancoceleste. Squadra quindi chiamata al pronto riscatto, nonostante non ci sia più nulla da chiedere alla classifica. Con Ballotta acciaccato torna tra i pali Muslera, in difesa forfait di Radu, Siviglia squalificato, giocano Kolarov e Rozehnal. Ultimo turno di squalifica anche per Ousmane Dabo, sostituito da Manfredini, Rocchi non recupera e lascia il posto a Ighli Tare. Sulla sponda rosanero assenti lo squalificato Zaccardo e l’acciaccato Caserta, rimpiazzati rispettivamente da Cassani e Bresciano. Miccoli trova posto dietro Amauri, in un trittico di trequartisti formato dal “bomber tascabile”, il già citato Bresciano e il serbo Jankovic, protagonista di voci di mercato che lo vorrebbero alla Juventus come vice Nedved. Arbitro della partita il signor Luca Marelli da Como.

Calcio d’inizio affidato alla Lazio. Al 2’ prima emozione della partita, lancio di Mutarelli per Tare che fa sponda per Manfredini, diagonale sporco del centrocampista e palla che incoccia la base del palo. Rispondono al 5’ gli ospiti, Miccoli appoggia per Simplicio che dai 25 metri esplode un gran destro, palla che sfiora il sette. Al 9’ ingenuità incredibile di Rozehnal che regala palla ad Amauri, dribbling del brasiliano sullo stesso difensore e tocco di esterno che sfiora di un soffio il palo alla sinistra di Muslera. La Lazio è comunque viva, al 13’ combinazione Pandev – Meghni – Pandev, sinistro a botta sicura del macedone deviato provvidenzialmente in corner. Al 17’ Mutarelli sfrutta una voragine difensiva del Palermo e prova il destro dai 30 metri, la palla gira e Agliardi è costretto alla prodezza in corner. Si rivede il Palermo, al 20’ Amauri crossa per Miccoli che controlla e prova il destro immediato, palla abbondantemente alta sopra la traversa. Al 25’ Meghni riceve palla in area e crossa basso verso il centro, Migliaccio commette un evidente fallo di mano e Marelli assegna il penalty a favore dei padroni di casa. Alla battuta Pandev che insacca con forza nell’angolo. 1-0 Lazio. Biancocelesti che vogliono chiudere il match, al 35’ devastante progressione di Pandev sulla fascia destra, triangolo con Meghni, assist smarcante in area per Tare che tutto solo apre troppo il piattone e spreca la comoda palla del 2-0. Al 37’ Mutarelli intercetta al limite dell’area un po’ con il braccio e un po’ con il petto, Marelli non ha dubbi e assegna il calcio di rigore a favore degli ospiti. Amauri contro Muslera, tiro centrale e parata in corner del portiere uruguaiano! Scrosciano gli applausi per il giovane portierino laziale. Al 42’ prova a riscattarsi Amauri, doppio passo su Cribari ma il suo destro dal limite è poco preciso.

Inizia il secondo tempo. Squadre molto guardinghe nei primi minuti, Lazio che prova ad impostare ma non trova il guizzo verso la porta avversaria. Prima occasione al 18’ con il neo entrato Cavani che va via sulla fascia destra, cross basso per Amauri che di tacco non trova la porta. Al 20’ Tare spizza per Pandev, magnifico sombrero su Rinaudo, sinistro a botta sicura, miracolo di Agliardi in corner! Sempre Lazio al 25’ con Ledesma che riceve dai 20 metri, destro basso e teso sul secondo palo, Agliardi non ci arriva ma la palla esce di pochissimo. Al 32’ combinazione tra Manfredini e Vignaroli, destro secco dal limite di quest ultimo e palla che termina un metro sopra la traversa della porta difesa dall’estremo difensore rosanero. Al 37’ l’ennesima debacle difensiva stagionale della squadra di Delio Rossi. Balzaretti crossa sul secondo palo, Muslera a farfalle, Amauri stacca un metro sopra tutti e insacca nella rete sguarnita. 1-1. Reagisce una Lazio ferita nell’orgoglio, al 44’ dagli sviluppi di un corner Tare spizza la palla che arriva a Cribari, colpo di testa a porta vuota da meno di un metro, la palla finisce incredibilmente alta! La beffa non tarda ad arrivare. Al 47’ da un contestato fallo di Mutarelli parte la punizione di Miccoli che trova ancora una volta in mezzo all’area Amauri, stacco devastante del brasiliano e palla nel sacco. Incredibile, è 1-2. Finisce qui la partita, Lazio sprecona in avanti e letteralmente sciagurata in difesa.

-Massimo Culello-

2 commenti:

yashal ha detto...

Dopo le critiche del presidente alla squadra magari il signor lotito si renderà conto che deve acquistare qualcuno sul mercato...speriamo in questa coppa italia anche se ci credo ben poco.ciao

matrix ha detto...

Io spero che Yashal abbia ragione..ma ho dei seri dubbi, anzi che si stia costruendo dei seri alibi per evitare di fare altri acquisti...Speriamo bene...e sempre forza lazio