domenica 30 marzo 2008

Rossi:"ce la siamo sempre giocata, anche all'estero""


“Siamo partiti bene ma abbiamo preso il gol dopo una grande giocata. Abbiamo impresso al match il ritmo e spesso arrivavamo sul fondo:forse c’e’ mancata la rifinitura. Anche nella ripresa abbiamo fatto bene, con un pizzico di buona sorte in piu’ si poteva vincere”. Il pareggio per 1-1 contro la capolista Inter non soddisfa del tutto Delio Rossi, Tecnico di una Lazio che recrimina per due legni colpiti e per qualche episodio sfavorevole. La prestazione pero’ c’e’ stata, tanto che dovranno fare il mea culpa chi pensava ad una Lazio arrendevole per non favorire i ‘cugini’ giallorossi: “I giudizi preventivi - dice il coach biancoceleste a Sky - lasciano il tempo che trovano. Noi ce la siamo sempre giocata, anche all’estero: magari non sempre abbiamo ottenuto il risultato, ma l’impegno non e’ mai mancato”.

Detto che considera da rigore la scivolata di Chivu sul piede di Behrami e che il pareggio di Rocchi nasce forse da una mancata segnalazione del guardalinee (”Forse con il lanternino poteva essere fuorigioco, ma sono di parte e la posizione di Rocchi mi sembra regolare”), Rossi spende parole d’elogio per Dabo: “E’ vero, ho caldeggiato il suo ritorno, e’ tra i pochi a non aver sputato nel piatto in cui ha mangiato. Ha portato la gioia di giocare con la Lazio e qualita’ a centrocampo, togliendo un po’ di Pressione a Ledesma”.

2 commenti:

yashal ha detto...

ciao t'interessa uno scambio di link da laziale a laziale..fammi sapere su http://mondobiancoceleste.blogspot.com

ciao e grazie

yashal ha detto...

aggiunto con piacere..poi mi dovrai spiegare come hai fatto a fr muovere bart..xkè io ho homer simpson nel blog xò non riesco a farlo muovere..ciao e forza lazio